Edizioni

International Event


Mercoledì, 13 Dicembre 2017

L’importanza degli influencer

L’importanza degli influencer

E’ sufficiente un solo post sui principali social, una foto su Instagram, un tweet, per generare milioni di interazioni e scatenare altrettante reazioni. I social hanno letteralmente rivoluzionato il modo di comunicare.

Da New York come a Milano, Parigi e Londra gli influencer rappresentano una presenza insostituibile per generare engagement: lo ribadisce uno studio pubblicato da Launchmetrics, che ha monitorato oltre 400 tra sfilate e presentazioni e più di 2 milioni di articoli e post sui social media in occasione degli appuntamenti moda dello scorso settembre. Il dato eclatante? A fronte di meno del 7% dei contenuti, l'engagement online sfiora il 60%. Influencer, celebrity e social network hanno trasformato le sfilate in strumenti unici di comunicazione per i Brand di ogni livello e grandezza, offrendo loro un filo diretto con il proprio target.

Solo per citare un esempio la cantante Nicki Minaj, presente alle sfilate newyorkesi, è stata citata anche in post relativi a molti altri marchi inseriti nei calendari delle altre fashion week. Nel caso della collaborazione con Oscar de le Renta sono stati sufficienti 14 post per generare oltre sette milioni di interazioni, per un ritorno di oltre 5 milioni di dollari in termini di Miv.

Non sono solo i top influencer a muovere il traffico sui social. Significativo il caso di Versus, che a Londra ha preferito optare per profili più di nicchia per raggiungere un target più specifico, riuscendo a posizionarsi tra i cinque più citati della fashion week. Tra i marchi alle classifiche in termini di engagement alle fashion week i top classificati sono stati Gucci, con 39,7 milioni di interazioni, Coach con 25,8 milioni, Chanel (23,7 milioni) e Tommy Hilfiger (21 milioni).
Complessivamente, durante le quattro fashion week sono state registrate in totale oltre 530 milioni di interazioni sui social media, di cui 201 milioni a New York, 74 milioni a Londra, 115 a Milano e 138 a Parigi.

L’importanza degli influencer, che con i loro migliaia di follower/fan/lettori hanno tra le mani un patrimonio molto interessante per un’azienda che vuole ampliare il suo pubblico, non si limita al mondo della moda ma interessa anche il settore della gioielleria, della cucina, della musica. Instagram, in particolare, è diventato l’ambiente ideale di questo nuovo micro-universo perché ha un engagement sui post 60 volte più ampio rispetto a Facebook e 120 rispetto a Twitter, è un social in forte crescita, con 300 milioni di utenti attivi, 75 dei quali attivi ogni giorno e, infine, coinvolge una fascia di popolazione giovane e ricettiva. Anche le aziende italiane si stanno rendendo conto, sempre più, di quanto convenga puntare su metodi innovativi e canali nuovi per attirare l’attenzione del pubblico, troppo distratto da pubblicità di ogni sorta. Tramite i blogger e gli influencer questo è possibile, si può segmentare in modo mirato la potenziale clientela coinvolgendola in maniera dinamica e interattiva e aumentare, così, la credibilità e le vendite.

Live #vicenzaoro


    Vicenzaoro app

    Una guida online completa con le directory degli espositori, le foto delle collezioni, i servizi, le mappe dei padiglioni con la localizzazione degli stand: tutta la Fiera a portata di mano nel dispositivo mobile.
    Seguici su

    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
    Il tuo browser non è aggiornato!

    Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

    ×